Rosacea: how to get rid of redness and unsightly veins

Rosacea: come eliminare il rossore e le antiestetiche venuzze

La rosacea, nota anche come rosacea, è visibile a prima vista perché compare soprattutto sul viso. Può manifestarsi anche sul collo, sul petto o sugli arti. È caratterizzata da macchie rosse sulle guance e sul naso, le cosiddette "vene a ragno", cioè vasi sanguigni visibili, gonfiore, bruciore o bruciore a seconda del sottotipo della malattia. Se non trattata, compaiono protuberanze e brufoli, soprattutto negli uomini, e la pelle del naso si ispessisce.

La rosacea si sviluppa intorno ai vent'anni. In seguito, i sintomi possono peggiorare e migliorare per tutta la vita. Secondo le indagini della National Rosacea Society, fino al 90% delle persone affette da rosacea sperimenta una diminuzione della fiducia e dell'autostima, e più del 40% evita addirittura i contatti sociali.

Sebbene la rosacea sia causa di imbarazzo, frustrazione o ansia per le persone che ne soffrono e non esista una cura per la rosacea, è possibile tenerla sotto controllo. E questo con una corretta cura della pelle, uno stile di vita sano e l'individuazione dei fattori che peggiorano lo stato infiammatorio della rosacea.

Rosacea e sintomi

Uno dei sintomi principali della rosacea è l'arrossamento dell'area delle guance e del naso, che assomiglia a una scottatura solare. Spesso è accompagnato da sensazioni di calore o bruciore. Sono presenti anche antiestetiche vene rosse ramificate, che assomigliano a una ragnatela.

Altri sintomi sono, ad esempio, gonfiore, bruciore, pelle secca, ruvida e squamosa, brufoli simili all'acne, pori dilatati e infiammati, macchie e protuberanze in rilievo sulla pelle, pelle ispessita soprattutto intorno al naso e irritazione degli occhi con vasi sanguigni visibili all'interno delle palpebre.

Per quanto riguarda i sintomi e la gravità della rosacea, è importante sapere che si divide in quattro sottotipi. Il primo riguarda principalmente l'arrossamento del viso e i vasi sanguigni visibili. Il secondo sottotipo si manifesta con eruzioni cutanee simili all'acne, con la differenza che nella rosacea la pelle è più secca e non grassa. L'ispessimento della pelle è tipico del terzo, mentre il quarto si manifesta in corrispondenza e intorno agli occhi.

La rosa rosa contro la couperosa

La rosacea è una malattia infiammatoria cronica caratterizzata da arrossamento e vasi sanguigni visibili nelle fasi iniziali, mentre i sintomi iniziali possono essere simili alla couperose.

La couperosi colpisce i vasi sanguigni del viso, che perdono tonicità ed elasticità e sono visibili attraverso la pelle. La dilatazione dei sottili capillari e delle vene sottocutanee può essere accompagnata da sensazioni di secchezza, sensibilità e arrossamento.

Ciò significa che sia la rosacea che la couperose sono accompagnate dagli stessi sintomi nelle fasi iniziali: eritema (arrossamento della pelle) e teleangectasie (stelle vascolari). La couperose può essere foriera di rosacea, quindi è necessario affrontare questo problema il prima possibile per evitare che la couperose si trasformi in rosacea. La crema per la couperose può essere facilmente reperita nella gamma dei cosmetici per la rosacea.

Rosacea: cause e fattori di sviluppo della malattia

Alla base della formazione della rosacea ci sono diversi fattori esterni o psicologici, che possono sovrapporsi e, naturalmente, sono individuali. Trattandosi di una malattia infiammatoria della pelle, gli esperti ritengono che l'aumento dei livelli di infiammazione nel corpo umano sia alla base dello sviluppo della malattia. Tuttavia, una persona affetta da rosacea può influenzarli in larga misura.

Le cause e i fattori che influenzano lo sviluppo della malattia sono, ad esempio, problemi ai vasi sanguigni, danni alla pelle causati da luce solare, freddo, inquinamento, stress, alcol, sigarette, sostanze chimiche e molti altri.

Secondo un'analisi condotta in Polonia, 43 donne e 26 uomini sono risultati essere tra i fattori che scatenano la rosacea, lo stress, l'esposizione al sole, l'alcol, l'esercizio fisico eccessivo, il consumo di caffè e i cibi piccanti.

Rosacea e trattamento

Il trattamento della rosacea è sempre personalizzato da un dermatologo. Può trattarsi di farmaci orali o topici o di una loro combinazione. Dopo che la fase acuta si è attenuata, di solito è necessario mantenere la malattia in remissione attraverso agenti antinfiammatori, cure appropriate e uno stile di vita adeguato.

Ad esempio, nel primo sottotipo di rosacea, caratterizzato da arrossamento e vasi sanguigni visibili, la brimonidina tartrato viene utilizzata per il trattamento locale. I farmaci per via orale di solito non sono necessari. Negli stadi più avanzati si ricorre a un trattamento combinato.

4 consigli naturali per vivere in armonia con la rosacea

Se volete combinare il trattamento della rosacea prescritto dal medico con i rimedi naturali, lasciatevi ispirare dai seguenti consigli. Che cosa è importante?

AIUTANTI DALLA NATURA

Tra gli aiuti naturali che possono eliminare i sintomi sgradevoli della rosacea e allo stesso tempo mantenerla in una fase di quiescenza vi sono, ad esempio, la camomilla, l'aloe vera, la bardana, la comfrey o il tè verde. Anche gli oli essenziali, in particolare quelli di eucalipto, lavanda o tea tree, possono essere d'aiuto.

Uno dei principali rimedi naturali per alleviare i sintomi della rosacea e per il trattamento generale della pelle è l'aloe vera. Naturalmente, anche nel caso della rosacea, è bene combinare l'uso interno con l'applicazione locale sulle zone interessate.

Poiché la rosacea è una malattia infiammatoria cronica della pelle, l'aloe vera è fatta apposta per questo scopo. L'aloe contiene un'ampia gamma di antiossidanti, tra cui le vitamine C ed E, che riducono l'infiammazione e proteggono la pelle dai danni dei radicali liberi. Infine, rafforza il sistema immunitario.

La crema per la rosacea, che riduce il rossore e il gonfiore, lenisce l'irritazione, favorisce la rigenerazione cellulare, idrata la pelle e non la appesantisce con sostanze chimiche inutili, può essere anche sotto forma di balsamo. Il balsamo Psorisoft contiene aloe vera come ingrediente principale. I suoi effetti curativi e rigeneranti sono moltiplicati da altri ingredienti rappresentati, come l'estratto di arnica, camomilla, rosmarino, eucalipto e olio essenziale di lavanda.

TRATTAMENTO ADEGUATO DELLA PELLE

Oltre al fatto che i cosmetici per la rosacea non devono mancare nella vostra valigia di cosmetici, è necessario prestare attenzione a diversi principi importanti nel trattamento della pelle. La pelle affetta da rosacea ha bisogno di una pulizia quotidiana. A tale scopo, utilizzare un detergente delicato studiato per la rosacea. Dopo la pulizia, sciacquare la pelle con acqua tiepida e asciugarla con un asciugamano di cotone.

Dopo la pulizia, la crema per la rosacea può essere applicata regolarmente sulla pelle. La crema per la rosacea può essere combinata con l'olio di ricino, che è parte integrante della medicina cinese e dell'Ayurveda. Ha proprietà antinfiammatorie, accelera la guarigione, fornisce alla pelle i nutrienti e l'idratazione necessari. Un'alternativa alla crema per la rosacea può essere un siero per il viso e il collo contenente aloe curativa e collagene marino.

È essenziale proteggere la pelle dai raggi UVA e UVB con una protezione solare con SPF 30 o superiore. Preferire le creme solari minerali contenenti zinco. Prima di utilizzare qualsiasi prodotto cosmetico, testatelo sempre sul collo e osservate la reazione della pelle.

DIETA ANTINFIAMMATORIA E STILE DI VITA SANO

Molti esperti consigliano di considerare la rosacea come un problema dell'intero organismo, non solo della pelle. Non è un segreto che i problemi intestinali si riflettono spesso sulla pelle. Numerosi studi scientifici hanno confermato che la rosacea, l'acne, la dermatite o la psoriasi sono correlate a malattie infiammatorie del tratto digestivo.

Uno dei pilastri fondamentali per un intestino sano è la dieta. Nelle malattie infiammatorie, la cosiddetta dieta antinfiammatoria. Si basa sul consumo di alimenti di base, cioè minimamente lavorati industrialmente, come frutta, verdura, cereali integrali, legumi, noci, semi, oli spremuti a freddo e simili. Nel menu non devono mancare erbe e spezie antinfiammatorie, come aglio, cipolla, zenzero, curcuma o cannella.

Al contrario, la rosacea e i suoi sintomi sono aggravati dall'assunzione eccessiva di alcol, caffeina, zucchero e alimenti altamente industrializzati sotto forma di pane bianco, dolci, salumi, cibi in scatola e così via.

ELIMINAZIONE DEI FATTORI SCATENANTI

Scoprire i fattori scatenanti della rosacea può aiutare a prevenire il peggioramento della condizione esistente. Esiste un'ampia varietà di fattori e cause scatenanti. La National Rosacea Society ha compilato un elenco di fattori scatenanti sulla base della storia clinica dei suoi pazienti. Possono essere, ad esempio, alcuni alimenti (interiora, cioccolato, salsa di soia...), le bevande alcoliche, il caffè, la cioccolata calda, la permanenza in una sauna, un forte raffreddore, la menopausa, la tosse cronica e molti altri.

I pazienti stessi, in base al sondaggio, hanno citato come fattori scatenanti l'esposizione al sole, lo stress emotivo, il clima caldo, il vento, l'esercizio fisico intenso, il consumo di alcol, i bagni caldi, ecc. Lo stress emotivo come fattore scatenante della rosacea è stato citato dal 79% degli intervistati.

Anche per questo è consigliabile tenere un diario giornaliero, in cui riepilogare brevemente non solo gli alimenti consumati, ma anche altri fatti relativi al proprio stile di vita e, naturalmente, alle condizioni della rosacea. Non dimenticate di guardarvi dentro e di valutare il vostro livello di stress. In base a ciò, potrete scoprire cosa scatena la vostra rosacea.

Rosacea: cosa aiuta davvero?

Si dice che ogni malattia sia un avvertimento che qualcosa non va nella nostra vita. Per non parlare di quelle croniche. Poiché la rosacea è una malattia cronica della pelle, è essenziale riflettere sul proprio stile di vita, rivalutare le proprie priorità e adeguare il proprio stile di vita.

Torna al blog